Da fare

Escursionismo, bicicletta, arrampicata

Escursioniste in primavera ammirano le molte cascate dell'alta Valle Pesio | A. Beltrame

Il Parco Naturale del Marguareis non ha solo paesaggi straordinari, ma anche una rete sentieristica impressionante, servita da accoglienti rifugi custoditi e da semplici bivacchi non custoditi che permettono di attraversare l'area protetta restando in quota, così come di ristorarsi con un buon pranzo o con una merenda durante le escursioni in giornata fra pareti calcaree, boschi di abeti e macchie di pini mughi.

Nella stagione invernale, quando non c'è pericolo di valanghe, le racchette da neve diventano un mezzo perfetto per scoprire gli angoli più a bassa quota del Parco, resi magici dalla neve.

Per gli appassionati di bicicletta, non mancano le occasioni divertirsi con la mtb sulle mulattiere e sui sentieri del Parco e lungo le strade asfaltate con la bicicletta da strada (punti noleggio eBike). Imperdibile la splendida Alta Via del Sale, sterrata militare in quota che unisce il Colle di Tenda a Monesi, e la salita (o discesa) del Passo del Duca.

Gli alpinisti possono misurarsi con difficoltà di tutto rispetto sulle pareti nord, lungo itinerari classici che hanno fatto la storia dell'alpinismo ligure e piemontese, in ambienti dove la solitudine è ancora un'opzione contemplata, capaci di regalare grandi soddisfazioni (nonostante la roccia non proprio sempre impeccabile).

Chi ama lo sci di fondo, può contare in Valle Pesio su di un circuito battuto, che negli anni più nevosi raggiunge il Rifugio Pian delle Gorre.


In primavera, quando le strade riaprono, le alte valli Pesio e Tanaro diventano un terreno ideale per lo scialpinismo: gli appassionati possono lasciare le loro tracce su itinerari classici di grande bellezza - avendo cura di causare il minimo disturbo possibile alla fauna selvatica, naturalmente.

Escursioni

Il meglio degli itinerari a piedi da percorrere in uno o più giorni, ad anello o in traversata: dalle passeggiate per famiglie ai trekking.