Ente di gestione Aree protette delle Alpi Marittime
bb
           
Ignora collegamenti di navigazione

Il Vallone della Chiusetta (Valle Tanaro)

Graduale e suggestiva salita che permette di raggiungere il nuovo rifugio attraversando il Don Barbera; nel selvaggio vallone di Carnino si percorre un sentiero che si dipana lungo i caratteristici ambienti carsici d’alta quota, fino a giungere nei pressi del Colle dei Signori, linea di confine con la Francia.

Si parte dai 1.397 m di Carnino Superiore; poco oltre il paese si superano le belle cascate del rio Soma e, proseguendo sulla vecchia mulattiera, si raggiunge in circa 50 minuti Pian Ciucchea (1.650 m), bivio per il passo delle Mastrelle.
Il percorso prosegue raggiungendo in breve la Gola della Chiusetta e l’omonimo pianoro, punto nodale del famoso sistema sotterraneo Marguareis-Foce.
Il sentiero risale alla volta delle Celle di Carnino (1 h 30 min) nel Vallone dei Maestri, che l’antica tradizione voleva come punto di ritrovo per i pastori dell’area brigasca, che qui sostavano in attesa dell’assegnazione dei pascoli da parte della comunità; nelle vicinanze la bella Chiesetta di Sant’Erim, recentemente restaurata, raccoglieva le preghiere dei pastori per il buon auspicio dell’alpeggio.
Il sentiero (contrassegnato da ometti in pietra) prosegue con vari saliscendi fra lussureggianti doline e pascoli, in cui si può ammirare la notevole biodiversità tipica di questa zona. Superato l’ultimo bivio alla Vastera delle Strie, si raggiunge in circa 30 minuti il Rifugio Don Barbera a quota 2.070 m (2 h 10 min).
In breve si è al Colle dei Signori, ove si incontra la strada militare Monesi-Limone.

Variante salita al Marguareis
Dal Colle dei Signori (1.108 m) parte il sentiero verso Cima Marguareis (segnalato da ometti in pietra), che si sviluppa fra grandi distese di campi solcati, tipici di questi altipiani carsici. Tutt’intorno inghiottitoi, pozzi e fratture, spesso buie porte di profondi abissi sotterranei, sono i segni inequivocabili di un intricato mondo sotterraneo.
Raggiunto il Passo della Gallina (2.398 m), a circa un’ora dal rifugio, si oltrepassa la dorsale proseguendo nella conca il tortuoso sentiero, lungo il quale si possono ammirare stupendi fiori tipici delle praterie carsiche; lasciando sulla destra il bivio per il Canale dei Torinesi, si devia a sinistra inerpicandosi per l’ultima breve salita e si raggiunge la panoramica Cima Marguareis (2.651 m; 1 h 40 min), da cui lo sguardo può spaziare nelle giornate limpide, dal mare fino alle lontane vette lombarde e oltre.
Il ritorno si può effettuare per la medesima via, oppure seguendo la linea di cresta verso occidente che, inizialmente dolce ed agevole, diviene più ripida e impegnativa in prossimità del ricongiungimento al Passo della Gallina; da qui si ripercorre il sentiero dell’andata fino al Rifugio Don Barbera.
Dal Passo della Gallina, la linea di cresta può essere percorsa all’andata come via diretta al Marguareis.

Foto Gallery
Vista mare Sottobosco di larice Vista mare Vallone di Carnino Rifugio Don Barbera Da Cima Marguareis
Documentazione
Scopri il parco
Map  Meteo  WebCam  WebCam  Flickr  Pdf Map
Ospitalità e Ristorazione
Albergo Payarin
Albergo Payarin
Ormea
Località Aimoni, 3
Tel: 0174/391820
Vineria della Posta
Vineria della Posta
Ormea
Via Roma, 2
Tel: 0174391194
Community
  Facebook    Twitter    Skype    Info    Contatti
 
REGISTRATI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Nome
Cognome
Email
Tipologia Utente
Nazione